Consorzio Provolone del Monaco: con l’assessore all’agricoltura verso l’associazione dei consorzi Dop e Igp

Con gli auguri arrivano le prime proposte per Nicola Caputo

Il Consorzio di Tutela del Provolone del Monaco Dop ha accolto con grande entusiasmo la nomina di Nicola Caputo ad assessore regionale all’agricoltura. Un atto che fa cominciare sotto i migliori auspici per il comparto il secondo mandato di Vincenzo De Luca in qualità di presidente della Regione Campania.
“Nell’augurare buon lavoro al nuovo assessore Nicola Caputo – esordiscono il direttore Vincenzo Peretti e il presidente Giosué De Simone- siamo anche lieti di questo cambio di rotta della politica regionale che finalmente ha realizzato quanto più volte abbiamo sollecitato nel corso dei primi cinque anni di amministrazione. La Campania necessitava di un assessore  in grado di guidarla verso la massima espressione di potenzialità che possono scaturire da questo settore”.


Una notizia che era nell’aria e che rappresenta un po’ il proseguimento, con pieni poteri, di un percorso iniziato nel luglio del 2019 allorché il presidente Vincenzo De Luca lo nominò consigliere per l’agricoltura. Da quel giorno ha cominciato ad occuparsi di  Politiche agricole, alimentari e forestali, Caccia e Pesca; strategie regionali di definizione del nuovo PSR (periodo 2021-2027). Caputo vanta nel curriculum un’esperienza a Bruxelles come coordinatore S&D della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale e presidente del Comitato Life. Si è occupato di Pac, promuovendo i temi della sostenibilità, dell’innovazione in agricoltura e della protezione delle produzioni agroalimentari italiane contro il fenomeno dell’Italian sounding.
“Adesso è il momento di fare sul serio -concludono Peretti e De Simone- la regione Campania necessita di un tavolo permanente aperto a tutti i Consorzi di Tutela dei nostri prodotti Dop ed anche di quelli Igp. Non dobbiamo restare indietro nemmeno di un passo rispetto al resto del Paese consentendo a tutti di competere ad ogni livello. Con l’aiuto di un assessore presente e competente possiamo farcela”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *