Il “Prataiolo Maggiore”

Agaricus arvensis  più comunemente conosciuto come prataiolo maggiore, per via delle sue dimensioni; è ricercato anche per le sue proprietà organolettiche e la gradevolezza della carne. Ricordiamo che la famiglia Agaricus significa campestre, ovvero nei campi arati dove cresce. fig.1

Presenta un cappello di notevoli dimensioni, che può raggiungere i 20 cm, in fase di crescita assomiglia ad un uovo; con il tempo il cappello diventa convesso fino a diventare disteso a maturità avvenuta. La cuticola ha un aspetto liscio, setoso poi squamosa; con il tempo secco tende a diventare ruvida e squamosa. E’ generalmente di colore bianco ma, a volte diventa nocciola a seconda dell’habitat dove cresce; con l’età diventa giallognolo le lamelle da giovane sono grigio chiare, per poi diventare color carne, come i prataioli. Si presentano fitte e fragili, non tutte regolari. Il gambo ha forma cilindrica è affusolato, pieno, robusto ed allargato alla base. Può raggiungere i 15 cm, nella parte alta presenta un anello prima attaccato al cappello poi solitario sul gambo; con un colore bianco crema. La carne è di colore bianco ma tende ad ingiallire; di consistenza soda da giovane. Odore gradevole e delicato, profuma di pane fresco, con un sapore di nocciole. Fig.2

E’ un fungo saprofita, lo troviamo da maggio ad ottobre specie nei prati, radure e sentieri, generalmente si presenta in gruppi numerosi. Anche questa varietà, specie da giovane, può essere scambiata per l’Amanita phalloide, anch’essa, come ricorderete si presenta biancastra e a forma di uova nella sua fase iniziale, quindi prestate molta ATTENZIONE! Fig3

In cucina è un ottimo commestibile, viene consumato anche crudo. La gradevolezza della sua carne lo rende molto versatile e gustoso. Infatti, può essere cucinato in vari modi; in insalate con varie verdure, trifolato, in umido, fritto con burro. È preferibile consumare esemplari giovani con le lamelle ancora bianche ma fate attenzione ad individuarli all’interno di una famiglia dell’agaricus per non sbagliare tipologia; se non siete sicuri rivolgetevi sempre agli esperti dei centri ASL.

E’ molto adatto per diete avendo poche calorie, né grassi, né zuccheri; contiene fibre e un buon numero di minerali importanti. Dà un buon rapporto di acido folico e betacarotene; aiuta a contrastare infiammazioni e controllare il colesterolo. Buona passeggiata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *