La pizza più costosa del mondo? Si trova a Bassano del Grappa!

Mi devi offrire una cena? Va be mi accontento di una pizza. 😝😜.
Figazza Luxury: La pizza da 2000 euro con caviale, 260 mg di oro.
“FIGAZZA LUXURY”, a Cassola vicino Bassano del Grappa, Dino Forlin ha creato la pizza da record per celebrare l’eccellenza orafa locale, in occasione della fiera Voice 2020 di Vicenza.
Dino Forlin ha dichiarato: “questo è il mio augurio di ripresa per un settore che ci rende eccellenza internazionale è il mio modo di celebrare Vicenza che è sede delle attività di ristorazione della mia famiglia da tre generazioni.”
Cos’è questa “pizza d’oro”?
La pizza creata per tributare l’arte orafa Vicentina ha un impasto lievitato 144 ore perché grazie ad esso si ottiene un’elevata consistenza ed un’alta digeribilità; la farcitura prevede due varietà di caviale, servite su cucchiaini di madre perla per non comprometterne il gusto, burrata artigianale di Andria e, come tocco finale, 260 mg di oro commestibile in fogli e in polvere.
Il termine luxury non è banalmente legato al prezzo, quanto piuttosto ad una serie di accorgimenti esclusivi che di conseguenza si riflettono sul costo. La pizza “d’oro” è un classico disco da 30cm ma è studiato per due persone e costa 2000 Euro. La vera spinta forte sul prezzo è data dall’abbinamento al servizio con una bottiglia di Dom Perignon Vintage del 2009, inoltre Figazza Luxury verrà servita con posate placcate in oro e racchiuse in un cofanetto dedicato.


Gli ingredienti.
Le due qualità di caviale sono il Beluga Royal e le uova di salmone selvaggio dell’Alaska. Il primo era il cibo prediletto dagli Zar di Russia e di solito veniva consumato con Blinis (focaccine russe) e panna acida. A questo proposito Forlin, sulla sua pizza, ripropone la tradizione russa traslandola alle nostre latitudini e abbinandolo alla burrata di Andria.
La burrata, con la morbidezza e la freschezza del latte, risulterebbe perfetta per avvolgere l’esplosione iodata del caviale nero e prolungare il gusto del Beluga Royal che perciò verrà servito su cucchiaini di madre perla per non comprometterne il gusto.
Questo abbinamento servirebbe a preparare il palato per il sapore intenso e l’aroma marcato delle uova di salmone selvaggio dell’Alaska (chiamato caviale rosso) che ha un gusto simile a quello del pesce azzurro, probabilmente per l’elevato contenuto di omega 3. Il tutto viene ulteriormente arricchito da oro commestibile in fogli e in polvere per un totale di 260mg. Il prodotto è creato dalla famiglia Manetti.

Fonte:Movimentodelleforchette.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *