Tre ricette con le “Mazze di Tamburo”

Il loro nome scientifico è Macrolepiota procera e si possono trovare e cogliere nelle radure delle faggete oppure su prati e campi soleggiati. Sono funghi molto vistosi e dalle grandi dimensioni, per cui si prestano bene per i secondi piatti.

Cominciamo con un secondo piatto gustoso, mazze di tamburo dorate;

ingredienti per 4 persone: 4 cappelle di funghi; 2 uova; 100g di pan grattato; basilico tritato; sale, pepe ed olio.

Posizionate le mazze di tamburo su di un tagliere, Staccate delicatamente i gambi dalle cappelle delle mazze di tamburo, dopo aver lavato ed asciugato accuratamente i funghi tagliateli a spicchi; Rompete le uova in una terrina e conditele con sale rosa, pepe rosa e  basilico tritato; Sbattetele bene finché non vedrete formarsi le bolle, Immergete i fughi tagliati a spicchi nel composto di uova uno alla volta e girateli da entrambi i lati, Sgocciolateli bene e poi passateli nel pangrattato, Impanateli bene a due i lati premendo leggermente; fate scaldare abbondante olio in un’ampia padella antiaderente; immergete le cappelle di mazza di tamburo impanate, poche alla volta, fatele dorare da entrambi i lati; una volta cotte sgocciolatele bene e trasferitele su di un piatto foderato con carta assorbente da cucina in modo che perdano l’eccesso di unto, disponete le mazze di tamburo dorate su di un piatto da portata, guarnite con foglie di basilico fresco. 

Un altro secondo piatto tipico per questa specie sono le mazze di tamburo al forno o arrostite alla brace;Ingredienti per 4 personeolio extravergine di oliva, aglio, peperoncino, sale, 4 cappelle di funghi, vino bianco.

preparazione: pulire i funghi con della carta scotex, senza bagnarli prendere una pirofila e ungerla disporre i funghi, condire con il sale, pepe l’aglio tritato o a spicchi un filo d’olio e infornare. Cottura 14 minuti quasi a fine cottura aggiungere un po’ di vino bianco in modo non si asciughino troppo.

Pizza con mazze di tamburo;

ingredienti: per 2 persone;

2 cappelli di mazze di tamburo

pomodori pelati, mozzarella, origano, sale, olio

Se i cappelli delle mazze di tamburo non sono ben aperti, immergere i gambi in un vaso per fiori e lasciarli aprire completamente.

Staccare i cappelli, lavarli accuratamente e lasciarli asciugare su pannocarta.

Appoggiare un cappello per volta in una padella antiaderente (senza condimento) e tostarli finchè è uscita tutta l’acqua.

A questo punto mettere i cappelli sulla teglia  del forno foderata da carta forno, appoggiare sopra i pomodori pelati, sale, origano ed infine una fetta di mozzarella e se lo desiderate, una fettina di prosciutto o salame o quello che più vi piace.

Un filo di olio e cuocere quel tanto che basta per insaporire il fungo e sciogliere bene la mozzarella.

Buon appetito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *