Amalfi: la perla della Costiera Amalfitana

blank

Il mare blu cobalto, il cielo sempre limpido e azzurro, il colore oro del sole, il verde della prorompente vegetazione sono gli ingredienti principali della Costiera Amalfitana, che accoglie milioni di turisti pronti a scoprire gli infiniti tesori di questo luogo magico. E tra le sue ricchezze spicca il “tesoro d’oro”: il limone, dal profumo intenso e inconfondibile. Il legame tra il limone e la città di Amalfi è forte e indissolubile e attinge al mito. Il confine tra verità e invenzione è molto sottile, ma se di fatto queste storie hanno raggiunto il nostro secolo un fondo di realtà ci deve essere. E che c’è di meglio di un soggiorno al sapore di limone nella splendida Amalfi?

Amalfi

Sapevate che il nome della città di Amalfi è quello di una splendida ninfa di cui Ercole si innamorò? Questi alla morte prematura dell’amata girovagò alla ricerca di un luogo degno della sepoltura della bellissima ninfa. Si fermò quindi nell’odierna Amalfi, incantato dai suoi profumi e dai suoi paesaggi. Secondo la leggenda Ercole prese alcuni alberi di limone dal giardino degli Dei e li piantò proprio lì dove Amalfi era seppellita.

I limoni della Costiera Amalfitana

Le fonti storiche ci dicono che questo la presenza dei limoni di Amalfi è il simbolo della determinazione, della tenacia e del duro lavoro degli uomini e delle donne che, durante periodo medievale, hanno lavorato duramente per trasformare la montagna in un giardino di limoni che tutt’ora conserva e rievoca suggestioni e sensazioni del passato. La fortuna di queste coltivazioni la si deve anche alla scoperta delle incredibili proprietà del limone e al fatto che sia ricco di vitamina C, la cui carenza era causa dello scorbuto, malattia che nel medioevo colpiva i marinai. Nel XI secolo la Repubblica d’Amalfi stabilì che a bordo delle navi mercantili non doveva mai mancare questo frutto, incrementando così i suoli da dedicare alla coltivazione.

Massaggio al Limone “Oro di Amalfi”

Visitare Amalfi è il modo migliore per assaggiare, sperimentare e testare i benefici di questo splendido alimento. Per un’esperienza wellness al sapore del limone si può alloggiare all’Hotel Santa Caterina di Amalfi dove, oltre a soggiornare in una meravigliosa ed elegante villa a picco sul mare, si potrà usufruire del centro wellness che propone, tra l’altro, il massaggio al limone “Oro di Amalfi” capace, grazie all’olio essenziale a base di limone, di tonificare, levigare, purificare e vitaminizzare il corpo. L’olio a base di limone ha un effetto tonificante e levigante, purificante e vitaminizzante. Il delicato profumo del limone farà sì che ci si immerga in un mondo incantato, donando la solare vitalità degli agrumi. Il massaggio ha la durata di 50 minuti e un costo di 170 euro

Hotel Santa Caterina

Un soggiorno al Santa Caterina renderà i vostri giorni ad Amalfi indimenticabili. Situato in uno dei punti più suggestivi, i due ascensori scavati nella roccia vi condurranno agli agrumeti e agli impianti a livello del mare. Tra piscina con acqua marina, solarium, fitness centre, café/bar e ristorante all’aperto, saprete come rigenerarvi dopo il lungo inverno.

La sera la magia continua nell’elegantissimo ristorante con una cena a lume di candela ammirando il suggestivo panorama di Amalfi illuminata dalla luna. E che dire della suite “Follia Amalfitana” con la sua minipiscina tonda con vetrata e vista mozzafiato sulla baia o della suite “Giulietta e Romeo” con terrazzino a picco sul mare e piscina privata a sfioro.

36 camere di tipologia standard, superior e deluxe e 13 tra junior suite che si trovano nell’edificio principale. Inoltre, tra le Garden Suite, le dépendances “Villa Santa Caterina” e la “Villa il Rosso” nel lussureggiante parco si contano altre 17 camere e suite. Da aprile 2022 si aggiungono alle sistemazioni offerte le Ville della Marchesa: un complesso di suites immerse in giardini pensili affacciati sul mare a pochi metri dall’Hotel Santa Caterina.

Ristorante al Mare

Dal 2019 l’offerta gastronomica dell’albergo è firmata dallo Chef Giuseppe Stanzione. Al Santa Caterina potrete trovare l’elegante Ristorante fine dining Glicine che è stato insignito dalla Guida Michelin 2020 di una stella con un menù e personale e il Ristorante Al Mare che offre piatti semplici e tradizionali e prevalentemente marinari. I due ristoranti panoramici dell’Hotel saranno quindi aperti entrambi la sera mentre il Ristorante Al Mare sarà aperto anche a pranzo. La Carta dei Vini offre un’accurata selezione di etichette italiane ed estere e una scelta produzione della Campania.

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.