Cucina e risparmio: i consigli e le ricette salva energia

blank

blank

Cucina e risparmio: i consigli e le ricette salva-energia. Gli aumenti sul costo del gas hanno reso ancora più necessario attivare delle norme di comportamento che permettano un risparmio sulla bolletta. Di seguito alcuni consigli per contener e i costi, e alcune ricette facili e veloci per consumare meno energia possibile in cucina.

Dal metodo di cottura all’uso dei coperchi: come risparmiare

Innanzitutto occorre esaminare la propria tariffa gas, per valutare se sia ancora la più adatta alle proprie esigenze. Non esiste una offerta più vantaggiosa di tutte le altre, ma si può decidere di cambiare per risparmiare, o per variare regime di mercato. Decidere a chi affidarsi all’interno di un mercato sempre più concorrenziale non è certo semplice, ma per avere a disposizione una panoramica completa delle diverse tariffe e soluzioni proposte dai vari fornitori è possibile comparare le offerte gas con facile.it in modo da valutare ogni dettaglio.

Per ottimizzare i risparmi, tuttavia, è bene fare attenzione anche ad altri fattori. Meglio lasciarsi alle spalle l’idea che cucinare non influisca più di tanto sui costi in bolletta. Accendendo quattro fornelli il consumo di gas non è irrilevante, ma si può ovviare a questa spesa diversificando i metodi di cottura.

Uno dei metodi meno dispendiosi è la cottura al vapore. Cuocere al vapore verdure, carne e pesce usando il cestello consente di utilizzare un unico fornello per la cottura di più cibi e regala una riduzione del 10% dei consumi. Lasciare in ammollo i legumi per una notte o utilizzare la marinatura per carne e pesce rende più veloce la loro permanenza sui fornelli.

Per lessare gli alimenti o cuocere la pasta è buona norma mettere in pentola la quantità di acqua strettamente necessaria per non allungare i tempi di cottura. Utilizzare acqua tiepida assicura un ulteriore risparmio, dal momento che l’acqua giungerà a bollore molto prima.

Per portare in tavola uno dei piatti più apprezzati e consumati dagli italiani, inoltre, si può seguire la tecnica della “pasta senza fuoco”. Per non sprecare gas, attenzione a non fare fuoriuscire il fuoco dalla base della pentola e tenere sempre i coperchi per evitare la dispersione del calore.

 

QUALCHE RICETTA ALL’INSEGNA DEL RISPARMIO ENERGETICO

 

Non tutte le preparazioni richiedono lo stesso dispendio di gas. Eccone tre che assicurano un risparmio energetico notevole.

● Insalata di arance
Emulsionare in una ciotola olio, sale, limone e prezzemolo. Tagliare a fettine arance e finocchi e metterli in una terrina. Concludere unendo le olive e la salsina preparata in precedenza. Come è evidente la ricetta non prevede cotture ed è molto versatile: può essere servita come contorno ma anche come antipasto.

● Cocktail di gamberi
Lavare i gamberi ed eliminare coda, testa e carapace. Lessarli pochi minuti in acqua calda, lasciarli raffreddare e metterli in frigo. Preparare una salsa con senape, maionese, ketchup, un paio di cucchiai di cognac e della panna. Sistemare i gamberi nelle ciotoline e ricoprirli con la salsa. Anche in questo caso l’uso di gas è ridotto al minimo.

● Pasta con crema di noci
Mentre la pasta bolle in pentola, tritare le noci nel mixer con un pizzico di sale e aggiungere olio d’oliva di buona qualità fino a che si otterrà una crema. Trasferire in una ciotola la crema di noci e alcuni pezzettini di sedano tritato, aggiungere del pepe, mescolare e condire con il composto la pasta una volta scolata, aggiungendo un po’ di acqua di cottura per amalgamare il tutto.

Inizia a digitare per vedere i post che stai cercando.