La Pasta alla Gricia

Stampa

La Pasta alla Gricia

La gricia, è uno dei più antichi e famosi piatti della cucina romana popolare. L’origine del termine risalirebbe alla Roma del Quattrocento dove “Gricio” era l’appellativo con cui venivano indicati i panettieri, quasi tutti provenienti dalle regioni tedesche del Reno e dal Canton de’ “Grigioni”. La parola “Griscium” veniva usata per fare riferimento allo “spolverino” grigio che costituiva la “divisa” per i panettieri, utilizzata per difendersi dalle polveri della farina. Nell’Ottocento l’appellativo “Gricio” venne usato anche per i nativi della Lombardia settentrionale, conosciuti a Roma come montanari rozzi, lavoratori, molto frugali e grandi risparmiatori. Le storie dell’epoca raccontano come le loro botteghe a Roma, fossero aperte dall’alba alla notte, in attesa che i clienti racimolassero i soldi per mangiare, e rifocillare i viaggiatori giunti nella città eterna. Si narra che, per provvedere ai bisogni dei viaggiatori, la bottega del Gricio fosse fornita di un fornello a carbone, dove si cucinava il piatto, la pasta alla gricia, che rapidamente divenne un piatto popolare. Secondo un’altra altrettanto famosa teoria, l’origine di questo piatto è legata alla transumanza ed al territorio laziale. La transumanza prevedeva gli spostamenti dei pastori con le loro greggi verso la campagna romana e che questi si potessero sfamare con i pochi prodotti che potevano portare e conservare durante questi viaggi, vale a dire il formaggio e il guanciale, preparando poi al momento la pasta con solo acqua e farina. La gricia è considerata l’antenata dell’amatriciana, che non è altro che una gricia con il pomodoro. La preparazione di questo primo piatto gustosissimo e invitante è piuttosto facile e veloce. Di seguito, si propone la ricetta tradizionale.
Portata Primo
Cucina italiana
Preparazione 15 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 30 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 4oo gr pasta – spaghetti o mezze maniche
  • 180 gr guanciale
  • 80 gr pecorino romano
  • q.b sale

Istruzioni

  • Iniziare la preparazione della pasta alla gricia mettendo a bollore abbondante acqua. Tagliare a listarelle il guanciale e farlo rosolare senza olio in una padella antiaderente, aggiungendo un mestolino di acqua bollente. Grazie a questo procedimento, il guanciale rilascerà tutto il suo prezioso grasso che insaporirà poi la pasta. Nel frattempo, cuocere la pasta nell’acqua salata e, a fine cottura, scolarla molto al dente direttamente nel guanciale. Mantecare bene, facendola saltare in padella per qualche minuto e aggiungendo qualche mestolino di acqua di cottura. Spegnere il fuoco, aggiungere il pepe e il pecorino grattugiato e, dopo aver fatto saltare la pasta ulteriormente per un paio di minuti ancora, impiattare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating